Advertisement

La società calcolabile

Appuntamento con la rassegna Big Open Smart

- Advertisement -

Venerdì 11 gennaio, alle ore 17, nell’Aula Magna della Biblioteca Malatestiana Domenico Talia, ordinario di ingegneria informatica all’Università della Calabria e autore di numerosi libri dedicati alla materia, terrà una conferenza su “La società calcolabile. Algoritmi, dati e persone nel mondo digitale”.

E’ questo il primo appuntamento di “Big, Open, Smart”, rassegna promossa dal Comitato Scientifico della Biblioteca Malatestiana per promuovere l’impatto generativo derivante dall’unione fra tradizione e innovazione. Sviluppata su quattro incontri, la rassegna vuole offrire momenti di approfondimento su temi di grande attualità, come big data, open innovation e smart cities. Partendo dall’intelligenza artificiale, la riflessione si sposterà poi sul lavoro, inteso come punto di incontro tra speranza e paura del futuro, e sull’innovazione aperta, considerata un approccio strategico e culturale per creare valore e competizione sul mercato.

 

L’intervento di Talia analizzerà in primis le dinamiche della rivoluzione digitale, basi da cui avviare un percorso di conoscenza dei radicali mutamenti che coinvolgono singoli e collettività tramite i nuovi strumenti dell’info-comunicazione. In particolare, il professore parlerà delle relazioni tra tecnologie digitali e potere, il ruolo degli algoritmi nella nostra vita, l’alienazione tecnologica, le relazioni tra l’uso dei Big Data, la privacy dei cittadini e l’esercizio della democrazia, l’intelligenza artificiale e il suo impatto nel mondo del lavoro, il rapporto tra la rete e le nostre menti, la calcolabilità dei comportamenti dei singoli e dei sistemi sociali.

Domenico Talia è professore ordinario di ingegneria informatica all’Università della Calabria e adjunct professor alla Fuzhou University in Cina. Tra i suoi libri si ricordano “Data analysis in the cloud” (2015), “Service-oriented distributed knowledge discovery” (2012), “Programming languages for parallel processing” (1995), “Calcolo parallelo, automi cellulari e modelli per sistemi complessi” (1999), “Programmazione logica e architetture parallele” (1993) e “Il colore del cielo e altre ipotesi” (2017).

Gli appuntamenti successivi di “Big, Open, Smart” sono in programma venerdì 15 febbraio con Luca Biase “Il lavoro del futuro”, giovedì 21 febbraiocon la lezione di Giuseppe Iacobelli “Open Innovation Made in Italy” e venerdì 1 marzo con Francesco Musco “Resilienza e rigenerazione urbana per città a prova di clima”.

I COMMENTI DEI LETTORI