Advertisement

SantArcangelo, i numeri del Capodanno

- Advertisement -

Il km quadrato del centro di Santarcangelo ancora una volta gremito per la festa di Capodanno. Piazza Ganganelli ha salutato l’arrivo del nuovo anno con il seguitissimo concerto dei Modena City Ramblers, proseguito anche oltre lo spettacolo pirotecnico di mezzanotte. Il pubblico si è poi riversato negli spazi musicali allestiti sotto il porticato del Municipio con il dj set di Africa Unite System of a Sound, in piazza Ganganelli con la disco ’80 e in piazza Marini con la musica rock del Bradipop, al Combarbio con il groove di Speak easy & dance loud, al caffè Commercio e al Donminzoni 54 con musica elettronica e house commerciale.

 

Il Capodanno a Santarcangelo replica dunque il successo delle scorse edizioni, consolidando un format capace di coniugare musica di qualità e grande pubblico: una festa per tutte le età che ha funzionato in ogni sua location, affollata di pubblico dall’inizio alla fine della serata. Il tutto valorizzando il centro storico, in un contesto che ha visto la partecipazione attiva di bar e ristoranti che si sono messi in gioco in misura ancora maggiore rispetto alle scorse edizioni. L’intera serata si è svolta in un’atmosfera di festa: grazie alla collaborazione dei partecipanti, all’impegno dei Carabinieri e della Polizia municipale insieme alla Protezione civile e alla Croce rossa, non si sono verificate infatti problematiche particolari. Poco prima delle 5 del mattino, infine, i mezzi di Hera hanno iniziato le operazioni di pulizia delle strade.

“Il ringraziamento dell’Amministrazione comunale va innanzitutto agli organizzatori della festa – dichiara il sindaco Alice Parma – dal Bradipop Club a tutti i locali coinvolti, passando per lo staff. La consueta collaborazione della Prefettura e della Questura, inoltre, ha garantito lo svolgimento della manifestazione in piena sicurezza. Il consolidamento del percorso avviato negli scorsi anni e premiato ancora una volta dal successo di pubblico passa anche dalla proposta musicale: il concerto dei Modena City Ramblers e la presenza degli Africa Unite – conclude il sindaco – hanno saputo intrattenere senza rinunciare a una flessione di carattere sociale e culturale”.

I COMMENTI DEI LETTORI