Advertisement

Padel: la nuova frontiera del tennis approda anche in Romagna

A Riccione esiste persino una squadra militante in serie b. tanti entusiasmanti tornei in arrivo nei prossimi mesi.

- Advertisement -

Il padel è indubbiamente uno degli sport più in voga al momento, tant’è che sta riscuotendo un enorme successo non solo in Romagna ma anche nel resto d’Italia.

Occorre, però, fare un passo indietro e tracciare una linea del tempo per capire meglio come e quando è nata questa disciplina. Si può considerare il padel uno sport moderno: inventato solamente nel corso del secolo scorso, precisamente nel 1969, da Enrique Corcuera, un cittadino messicano appartenente alla borghesia  impegnato nella realizzazione di una nuova e lussuosa dimora con tanto di campo da tennis. Il messicano si accorse che lo spazio a disposizione, oltre a essere inferiore per realizzarne uno regolamentare, era anche limitato in alcuni punti da strutture in muratura. Nonostante ciò, Corcuera non si demoralizzò, anzi ideò un’area di gioco tutta nuova: il perimetro del campo era circondato completamente da un’opportuna combinazione di pareti in cemento e reti metalliche che impedivano alla palla l’uscita dal campo. Questo fece sì che la palla fosse costantemente in movimento: da lì in poi venne chiamato “padel tennis”.

Successivamente questo sport fu esportato in Europa grazie alla visita di Alfonso de Hohenlohe, amico di famiglia di Corcuera. Lo spagnolo rimase totalmente affascinato da questa variante del tennis, tanto da decidere di portarla in Spagna dove vennero costruiti i primi campi da paddel al “Mirabella Club”. Nel 1975 il miliardario Julio Menditequi se ne innamorò e importò questo gioco in Argentina, Paese che sarebbe diventata in poco tempo tra le più importanti a livello mondiale.

Il padel in quegli anni era considerato uno “sport d’élite”, ma questa connotazione cadde nel corso degli anni Ottanta con l’espansione negli Stati Uniti d’America. Il primo campo da gioco interamente “made in Usa” venne costruito solamente nel 1993 al “The Houstonian”, hotel di Houston. Nello stesso periodo vennero realizzati altri due campi nello stato del Texas; poi toccò alla Florida, dove nacquero due importanti strutture a Miami: AB Sport Club e Miami Padel. Anche l’Italia fu conquistata da questo nuovo sport, che raggiunse il nostro Paese solamente negli anni Novanta: nel 1991 nacque la Federazione italiana gioco padel, la quale nel maggio dello stesso anno tenne il primo evento ufficiale alla Fiera di Bologna dove si affrontarono Spagna, Argentina e Italia.

Tra le realtà più importanti in Romagna c’è il Padel Club Riccione: “Lo abbiamo inaugurato a ottobre 2018 – ci spiega il direttore Antonio Mami -. Siamo riusciti ad ingaggiare a gennaio uno dei migliori maestri di padel, Angel Ruiz che ha giocato a livello professionistico per oltre 12 anni ed è stato numero 29 al mondo”.

Tanti i tornei che ospiterà il club nei prossimi mesi: “Tra le iniziative che si terranno nel nostro circolo meritano una menzione sicuramente gli Stage MSP, un circuito amatoriale per tutti i giocatori a livello regionale che avranno l’occasione di provare con il nostro istruttore. Inoltre ospiteremo una tappa della Gillet Cup il 10-12 maggio –  prosegue Mami -. Numerosi eventi si svolgeranno anche in estate; ad esempio il 14-16 giugno si terranno i Regionali Outdoor Open mentre ad agosto ci sarà il Torneo Città di Riccione Open, sponsorizzato da Asics con in palio il montepremi più alto in tutta Italia. Per noi rimane di vitale importanza cercare di ospitare il maggior numero di eventi, poiché così riusciamo a farci conoscere e ad attirare i giocatori più forti nelle nostre strutture”.

Non solo un circolo per giocare, allenarsi e divertirsi, nella Perla Verde c’è persino una squadra: il Padel Riccione. “La nostra squadra quest’anno disputerà la Serie B, che inizierà ufficialmente questo sabato contro Oasi di Pace Roma – aggiunge Mani -. Ambiamo a vincere la categoria e ad avanzare in Serie A, ma il livello in questa competizione è molto alto. I migliori giocatori italiani sono qui. Il nostro team maschile è capitanato da Angel Ruiz e composto da Gianluca Berardi, Matteo Bartolini, Riccardo Rondinelli, Yuri Succi, Alan Mandini ed Edoardo Vampa. Abbiamo anche una squadra femminile formata da Alicia Seijas Cali (attuale numero 55 al mondo), Romana Fede e Federica Cerri”.

Antonio Mami, infine, dice la sua sullo sviluppo del padel in Italia: “Penso che sia necessario avvalersi di maestri competenti, visto che fino a poco fa non ne esistevano. Inoltre è fondamentale avere strutture attrezzate e adeguate. I nostri campi sono di ultima generazione e offrono la possibilità di registrare la propria partita grazie alle telecamere che riprendono ogni singola azione. Per cercare di attirare il maggior numero di persone possibili, ritengo opportuno coinvolgere gli amatori e i bambini cercando di organizzare iniziative sempre più divertenti”.

I COMMENTI DEI LETTORI