Edicola sportiva. A caccia di punti importanti in pieno mercato

I temi della giornata

Mentre il calcio mercato di riparazione inizia ad assumere una forma, le nostre squadre sono a caccia dell’affare per il salto di qualità, nel giro di boa ormai di questo campionato.

Ad aprire la 19esima giornata, l’ultima del girone d’andata è l’anticipo delle 12.30 tra Juventus e Sampdoria. Una gara tutto tranne che semplice per i padroni di casa, reduci da un pareggio sofferto con l’Alanta. La Samp è invece nel suo magic moment ma dovrà affrontare la prova più dura.

Capitolo formazioni: nella Juve potrebbe riposare un turno Chiellini, con Rugani in vantaggio su Benatia per farne le veci. A centrocampo potrebbe venire riproposto il trittico di giocatori che Allegri aveva in mente come titolari ad inizio anno, prima dell’esplosione di Bentancur. Con l’uruguagio squalificato chiavi della mediana a Pjanic, Khedira, Emre Can. Dubbio anche in avanti dove Dybala e Douglas Costa sono in ballottaggio per affiancare Mandzukic e Cristiano Ronaldo.

In casa Samp dubbio sulla trequarti con Ramirez più di Saponara e in atracco dove Defrel potrebbe far rifiatare Caprari.

Alle 15.00 sfida importantissima in chiave salvezza tra Chievo e Frosinone con padroni di casa che cercano ancora la prima vittoria in questo campionato. Dovrebbe in vista della sfida, essere rispolverato Giaccherini titolare con Pelissier e Meggiorini le punte.

Empoli-Inter è altra sfida interessante con i neroazzurri non ontenzionati a ripetere lo svarione contro il Chievo. Dubbi tanti per Spalletti, partendo dalla difesa e dall’eterno ballottaggio tra D’Ambrosio e Vrsaliko con il croato al momento in leggero vantaggio.

Centrocampo con Joap Mario tallonato da Nainggolan così come in attacco non certo del posto Politano in serrata concorrenza con Keita’ e Candreva.

Empoli invece con un dubbio tra Untersee e Antonelli con l’ex Milan che se dovesse giocare dirotterebbe Pasqual in fascia destra.

La sfida più incerta da pronosticare è quella tra Genoa e Fiorentina con i soliti ballottaggi da entrambi le parti. Sponda rossoblu, certo di giocare a centrocampo é il solo Lazovic con gli altri 3 in mediana, Sandro, Hiljemark e Bessa in ballottaggio.Nella Fiorentina situazione più o meno analoga con i soliti dualismi:  Milenkovic, alle prese con guai fisici xhe non lo lasciano mai stare, è in dubbio con Laurini in preallarme. A centrocampo il dubbio è tra Dabo e Fernandez mentre in attacco tra Mirallas e Pjaca per affiancare Chiesa e Simeone. Solita sfida speciale per il Cholito contro la sua ex squadra ma anche con Piatek bomber che certo non sta facendo rimpiangere il suo predecessore.

Gara che si preannuncia molto combattuta é anche quella tra Lazio e Torino anche qui con i soliti dubbi per entrambe. Nelle fila granata giungono però segnali positivi da Sirigu che si potrebbe riprendere la titolarità tra i pali anche se il ballottaggio con Ichazo è vivo.

La Roma sembra aver dato segnali di ripresa, ma la traferta al Tardini non è delle più semplici. D’Aversa si conferma allenatore capace e camaleontico, capace di far cambiare pelle ai suoi partita dopo partita. Di Francesco recupera pienamente Dzeko pronto a riprendersi il suo posto in attacco anche se la concorrenza di Shick, specialmente dopo la bella prova di domenica scorsa del ceco, rende tutto più vivo. Per il resto soliti ballottaggi sulle fasce offensive con Kluivert e Under in vantaggio su El Shaarawy e Perotti.

Altra grande sfida potrebbe essere quella tra Sassuolo e Atalanta, due delle. Migliori formazioni attualmente in Serie A.

Gara importante anche per Udinese e Cagliari con i friulani che devono vincere per non sprofondare e il Cagliari che vuole testare la sua abilità anche in trasferta e dovrà farlo senza Joao Pedro ma con Pavoletti ristabilito.

Alle 18 il Napoli ospita il Bologna dopo la brutta sconfitta contro l’ Inter che ha tappato un po’ le ali ai partenopei. Ancelotti almeno non avrà molto dubbi di formazione, soprattutto in attacco dove giocheranno Milik-Mertens data la sqialifica di Insigne. Per Inzaghi invece questa è la gara dell’ ulrima spiaggia. Vincere o morire, con l esonero.

Infine a choudere il turno Milan Spal con i rossoneri che non vogliono dare un ulteriore dimostrazione di scaro valore e che quindi si impegneranno al massimo anche se contro un avversario che potrebbe per corsa e organizzazione metrere in difficoltà i rossoneri.

I COMMENTI DEI LETTORI