Advertisement

A Morciano di Romagna nasce uno spazio interamente dedicato al mondo dei  giochi da tavolo e di ruolo

innovativo progetto in collaborazione con la biblioteca ‘G. Mariotti’

- Advertisement -

Scegliete la vostra pedina e preparatevi a lanciare i dadi…

Arriva a Morciano di Romagna uno spazio dedicato interamente al mondo dei giochi
da tavolo e dei giochi di ruolo, intesi anche come strumento pedagogico e di socializzazione.

Ai nastri di partenza il progetto frutto dell’accordo collaborativo, a titolo gratuito e in via sperimentale, tra la biblioteca comunale ‘G. Mariotti’ e la neo-costituita associazione ‘La Torre’, formata da ragazze e ragazzi di Morciano.

Saranno proprio questi ultimi a gestire, in collaborazione con la biblioteca, l’immobile
di proprietà comunale denominato La Torre (già ‘Il Faro’), accessibile dalla scalinata accanto alla sala Ex Lavatoio.

Inaugurazione: venerdì 25 gennaio a partire dalle 17.30. Per l’occasione sarà allestita una ‘escape room’: una stanza chiusa dalla quale i giocatori dovranno evadere risolvendo una serie di rompicapo ed enigmi.

“Il nostro obiettivo – spiegano i giovanissimi componenti dell’associazione – è far conoscere ai morcianesi e non solo il mondo dei giochi da tavolo, che va ben oltre i classici Risiko e Monopoli, titoli che tutti conosciamo. In realtà esiste un’infinità di giochi adatti a tutte le età: giochi fantasy, di strategia, di ingegno, party game, di carte, di bluff, narrazione, wargame, simulazioni di guerra con miniature.

Potranno partecipare persone di tutte le età e livello: sia i neofiti, che saranno seguiti nei loro primi passi, sia i giocatori più esperti che avranno a disposizione un’ampia gamma di proposte adatte a loro. Accanto all’aspetto ludico, non va sottovalutata la componente didattica e formativa di queste attività, che proprio grazie alle loro caratteristiche tendono a formare un ambiente culturale attivo e creativo.

Tra i nostri obiettivi c’è quello di portare il gioco nelle scuole e tramite esso favorire lo sviluppo creativo”.

I COMMENTI DEI LETTORI