Advertisement

Rubrica 12°: le 15 meraviglie dei fondali marini
R

Il Titanic e la sua terribile storia

Natura e Animali Rubrica 12°: le 15 meraviglie dei fondali marini

In questa rubrica andremo a ripercorrere 15 meraviglie dei fondali marini

12: il Titanic

La 12° meraviglia della nostra rubrica è il Titanic, la nave da crociera diventata famosa in tutto il mondo per il tragico destino a cui è andata incontro.

La nave affondò, nello scontro con un iceberg la notte tra il 14 e il 15 aprile del 1912.
I misteri attorno a questa vicenda, sono ancora parzialmente irrisolti. Secondo una recente scoperta, sono venute alla luce delle fotografie che mostrano segni di evidenti e gravi danni allo scafo proprio nel punto in cui venne poi colpito dall’iceberg, causati da un incendio che si era sviluppato sotto coperta.

Oltre 1500 persone morte in quel disastro, una tempesta perfetta tra fuoco, ghiaccio e negligenza dei conducenti della nave.
L’incendio all’interno della nave sembra essere la causa primaria dello schianto, in quanto proprio le fiamme avrebbero indebolito proprio la parte dello scafo colpita dalla montagna di ghiaccio.
A questi elementi basta aggiungere l’elevata velocità di viaggio per farsi un’idea del perchè lo schianto fu così devastante.

Eppure, nonostante tutto questo, la totale verità rimarrà sommersa nei fondali dell’Atlantico..
Ci sarebbe infatti una seconda versione che cambierebbe la prospettiva ed è quella più accreditata.
In questa teoria, l’incendio sarebbe solo una causa accessoria e non quella scatenante della tragedia. Sposando questa tesi, allora subentrerebbe un uomo che avrebbe potuto evitare questa tragedia con un semplicissimo mazzo di chiavi.
Si tratterebbe di David Blair che avrebbe dovuto essere secondo ufficiale e che fu costretto ad abbandonare la nave in fretta e furia per l’arrivo di Henry Tingle Wilde, già imbarcato su una nave gemella del Titanic e quindi ritenuto più esperto.

Blair per errore portò con sè, quando sgombrò l’armadietto, le chiavi di un cassetto nel quale era chiuso un binocolo che avrebbe potuto permettere all’equipaggio di avvistare l’iceberg in tempo per salvarsi.

La tragedia non finisce qui: secondo recenti studi pare che le imprudenti immersioni dei turisti e dei ricercatori e che l’affermarsi di un particolare batterio l’Halomonas titanicae, distruggeranno del tutto il relitto entro il 2030.

Questa era la dodicesima delle 15 incredibili meraviglie dei fondali marini

Ti sei perso le altre?

clicca qui

LINK1 | LINK2 | LINK3 | LINK4

LINK5 | LINK6 | LINK7 | LINK8

LINK9 | LINK10 | LINK11

Rimanete sintonizzati seguendoci sui social per non perdervi la prossima!
Potete farlo tramite il menù in alto a sinistra e cliccando sulla relativa icona oppure semplicemente scorrendo fino in fondo alla pagina alla voce “seguici”

Facebook | Google+ | Twitter