In questa rubrica andremo a ripercorrere 15 meraviglie dei fondali marini

Ti sei perso le prime 2? clicca qui LINK1 | LINK2

3: Il più grande cimitero di navi del mondo: Chuuk Lagoon

Nelle profondità delle acque giapponesi ecco la terza scoperta dei sommozzatori, Truk Lagoon, la flotta fantasma

Cosa si cela dietro a questa vicenda?

In realtà l’isola di riferimento dove accadde tutto, fu l’isola di Truk (ora Laguna di Chuuk), nel cuore dell’Oceano Pacifico che durante il secondo conflitto mondiale divenne roccaforte giapponese.

Tuttavia, durante il conflitto, nelle notti da il 16 e il 18 febbraio 1944, gli Stati Uniti sferzarono un attacco a sorpresa denominato “Operazione Hailstone”, distruggendo e radendo al suolo oltre 45 mezzi tra navi militare, aerei, portaerei, un sommergibile, navi cisterna… Nacque così la famosa “Flotta Fantasma di Truk” con relitti di navi torpedinieri, bombardieri, navi di rifornimento, aerei, ecc., affondati alla fonda tra una profondità tra i +1 mt (di alcuni relitti fuoriesce il pennone dall’acqua) e i -200 mt. Si sono resi necessari ben 25 anni di bonifica e migliaia di immersioni per sminare completamente e rendere innocuo il pericoloso carico di queste navi da guerra.

Armi, radio e varie strumentazioni circondano i relitti, ma anche oggetti di uso comune tra cui piatti e bicchieri. Nel corso del tempo, i relitti hanno sviluppato una foltissima foresta di coralli multicolore.

Adesso la laguna nella quale è seppellita la flotta fantasma, è una meta di grande fascino per i sommozzatori di tutto il mondo, nonostante per godersela sia necessario l’accompagnamento di una guida.

Sempre e comunque ricordando e avendo massimo rispetto per le persone morte nel tragico evento. I Giapponesi ogni anno celebrano una festa in ricordo dei caduti.

Questa è la terza delle 15 incredibili meraviglie dei fondali marini

Rimanete sintonizzati seguendoci sui social per non perdervi la prossima!
Potete farlo tramite il menù in alto a sinistra e cliccando sulla relativa icona oppure semplicemente scorrendo fino in fondo alla pagina alla voce “seguici”

Facebook | Google+ | Twitter