Uno degli insetti più fastidiosi con cui in molti stanno avendo al momento  che fare, è la cimice asiatica. Tale cimice è giunta in Italia a partire dal 2012, ma è da qualche mese che sta fastidiosamente occupando le case degli italiani. Si perchè cerca riparo dal freddo che altrimenti la ucciderebbe e quindi tenta di insediarsi nelle case dove l’ambiente spesso riscaldato le permette di sopravvivere.

Per l’uomo come è noto questo insetto non è nocivo. Lascia se infastidita, un cattivo odore molto simile a quello delle cimici verdi, quelle note a tutti.

Il problema vero e proprio è per le coltivazioni: le cimici infatti si nutrono di piante e negli scorsi anni hanno letteralmente distrutto interi raccolti, specialmente nelle province di Bologna e Reggio Emilia, anche se la loro diffusione è ormai estesa a tutta la nostra penisola.

Quali i rimedi?

Per fronteggiare il problema è consigliabile ricorrere a metodi naturali.

Innanzitutto si può prevenire il problema, impedendo con alcune accortezze che le cimici entrino nelle case:

  • collocare zanzariere o reti antinsetto alle finestre, attorno ai comignoli dei camini non in uso, sulle prese d’aria e alle finestre dei sottotetti
  • sigillare, dove è possibile, crepe, fessure e tutti quei buchi o passaggi che permettano alle cimici di entrare.

Qualora però tutto questo non fosse possibile, si può debellare il problema eliminando queste cimici con metodi naturali:

  1. Utilizzare strumenti di pulizia per la casa che emettono vapore e stanano questi insetti molto abili a nascondersi
  2. utilizzare l’aspirapolvere per raccogliere queste cimici e poi eliminarle immergendole in una bacinella piena d’acqua e sapone, con quest’ultimo che impedisce loro di galleggiare e quindi  ne causa la morte per annegamento.

Un ingannevole metodo, che usano in molti ma che in realtà non è efficace, è quelle di gettarle nel water perchè il quantitativo di sapone non è sufficiente per affogarle e il getto d’acqua viene smaltito bene da questo insetto.

Sconsigliati quindi gli insetticidi che però in qualche raro caso potrebbero essere la soluzione d’attuare.

-Per esempio nella parte esterna degli infissi dove spruzzarne un pò significa impedire che le cimici si instaurino qui sotto.

-Oppure nei cassonetti o in altri “punti critici” potrebbero essere utili in caso di assenza prolungata dall’abitazione

-Utilissimi invece in ambienti non abitati, come magazzini, dove non ci siano prodotti alimentari.

Questi i rimedi consigliati dunque per fronteggiare questo fastidioso problema.