“The Ten”: 10 donne leggendarie a Rimini

Indietro
Successivo

Chiara Da Rimini

Chiara, o Clara Agolanti, nacque a Rimini nel 1280 in una famiglia molto ricca. Si sposò da molto giovane con il figlio della matrigna ma rimase vedova dopo pochi anni ereditando molte ricchezze. Era una figlia ribelle e per altri otto anni si dedicò ad una vita mondana, diventando la protagonista di episodi di scandalo. Un giorno, entrando all’interno della chiesa Santa Maria in Tribio, si sentì dentro di sé turbata, decise di cambiare la sua vita dopo essersi pentita. In seguito convertì anche il suo nuovo marito e, dopo la sua morte, le sue penitenze divennero ancora più estreme. Con la sua ricchezza aiutò tutte le giovani ragazze povere da sposare, facendo opere soprattutto di carità. Fondò una comunità di vita claustrale, le clarisse, secondo la regola di Chiara di Assisi, con alcune donne che si erano unite a lei. Inoltre ottenne la benedizione del vescovo di Rimini, Guido Abasio, e nel 1782 il culto della beata fu approvato da Papa Pio VI, che stabilì la sua festa nella città e nella Diocesi di Rimini il 10 febbraio. Morì all’età di 46 anni, il 10 febbraio 1236. Durante la Seconda Guerra Mondiale, le sue reliquie furono condotte nella chiesa parrocchiale di Corpolò, dove sono tutt’ora esposte.  

Indietro
Successivo

I COMMENTI DEI LETTORI