Advertisement

Lo “sfogo” di Modesto

Il tecnico del Cesena risponde alle critiche delle precedenti 2 sconfitte di campionato e introduce la partita di domani del Cesena

- Advertisement -

Mister Francesco Modesto è carico dopo due sconfitte consecutive in campionato e nella conferenza stampa prima di Virtus Verona – Cesena polemizza con un giornalista cesenate.

Modesto, come ci si sente dopo due sconfitte consecutive e zero punti in classifica?

“Benissimo, si lavora di più. Si lavora per migliorare, questa settimana abbiamo lavorato come tutte le altre settimane”.

Qual è stato il problema del Cesena nelle prime due sconfitte di campionato?

“L’attenzione, sono stanco perché questa mattina ci siamo allenati”.

Che partita prevede contro la Virtus Verona?

“Sarà una partita difficilissima, hanno dei buoni elementi, troveremo un campo molto piccolo. Hanno giocatori bravi e tecnici. Hanno un buon gioco”.

Ci saranno dei cambiamenti nell’undici iniziale rispetto alla formazione che ha perso in casa contro la Vis Pesaro?

“Vedo come staranno domani mattina i miei giocatori e decideremo insieme al mio staff tecnico. Domenica scorsa abbiamo dominato la Vis Pesaro, ma ho visto delle cose da correggere, in fase di non possesso dobbiamo migliorare”.

Il Cesena cambierà modo di giocare a Verona rispetto alle ultime due uscite?

“Il mio credo non cambia, nel calcio si può perdere. Dobbiamo migliorare l’attenzione, abbiamo preso due gol su due disattenzioni. Creiamo 4/5/6 palle gol a partita, con il senno di poi è facile parlare”.

Cosa le è dispiaciuto questa settimana?

“Sto leggendo articoli che non mi piacciono, io parlo e voi scrivete tutto il contrario. Io devo rispondere alle vostre domande, qua tutti sono bravi a scrivere. La squadra è giovane. Non voglio tensioni. L’obiettivo stagionale è la permanenza in questa categoria. La crescita dei giovani è un obiettivo stagionale”.

Mister forse non le sono piaciuti i commenti ma nelle interviste i giornalisti riportano le sue parole…

“Io dico le cose e voi scrivete il contrario”.

Le critiche ricevute dopo la sconfitta casalinga contro la Vis Pesaro non le sono piaciute?

“E’ esagerato criticare la squadra dopo due partite. Può provocare dei danni scrivere che la squadra non và bene. Una squadra come il Cesena merita un ambiente unito. Voi siete i primi tifosi di questa squadra. La gente legge voi, e’ questo il problema. Io lavoro per vincere tutte le partite. Conto sull’appoggio di tutti. So’ che dobbiamo migliorare. La gente legge quindi è importante sostenere la squadra”.

Nelle ultime due sconfitte c’è stata una involuzione rispetto al mese precedente. Tutte le partite del precampionato erano andate bene. Come mai?

“Forse era meglio perdere 4-0 o 5-0 contro il Milan e magari non ci sarebbe stata questa involuzione. Io vedo troppa negatività attorno al Cesena”.

Lunedì scorso dopo tanto tempo la Curva Mare ha fischiato la squadra, si respira delusione. Non vogliamo calcare la mano ma questa è la verità…

“Io lavoro per vincerlo questo campionato, ma so che la squadra deve migliorare”.

Alcuni addetti ai lavori dicono che il Cesena fa giocare i giovani per prendere i soldi dalla Lega, è così o meritano di giocare titolari?

“Abbiamo giovani di prospettiva, che dobbiamo valorizzare, dobbiamo giocare con serenità. Abbiamo perso due partite. Le pressioni le sentiamo anche noi. Lunedì sera avete visto un Cesena frenetico. Io ho visto tutta un’altra partita. Abbiamo preso gol con un tiro da 25 metri, non ho visto il loro giocatore solo davanti al nostro portiere. Agliardi para ma è normale che sia così”.

Dobbiamo tornare ad essere il Cesena che domina e che fa punti, è d’accordo?

“Servono punti, i giocatori devono convincersi di quello che fanno. Dove arrivano gli attacchi dobbiamo migliorare”.

Probabile formazione CESENA (3-4-3): Agliardi; Ricci, Brignani, Sabato; Franchini (Capellini), Rosaia, Franco, Valeri; Borello, Butic, Zerbin. All: Modesto.

Probabile formazione VIRTUS VERONA (4-4-2): Giacomel; Pinton, Santacroce, Rossi, Manfrin; Lavagnoli, Pellacani, Onescu, Da Silva; Danti, Lupoli. All: Fresco.

Lorenzo Baiardi

I COMMENTI DEI LETTORI