Advertisement

Il festival delle culture al suo ultimo appuntamento col botto

- Advertisement -

 Domenica 9 giugno, giornata conclusiva, il Festival delle Culture apre alle 10 ai giardini pubblici con Insieme danzando, laboratorio aperto a tutti di percussioni e danze africane con Dioma; alle 18 all’Almagià Jam di Contact Dance Improvisation con musica dal vivo (Paolo Forte alla fisarmonica e Fuad Ahmadvand: santur). Hai voglia di giocare un po’? La Jam è aperta a chiunque voglia partecipare. Warm-up a cura di Carla Rizzu docente I.D.A. e Art Director della C.ia progetti di danza e teatro Nervitesi; alle 19.45 all’Almagià Antiche radici, danze folkloristiche: le danze tradizionali di quattro paesi: Sri Lanka, Filippine, Nigeria, Bulgaria. Un susseguirsi di colori, gesti, costumi e suoni a regalare i sapori tradizionali delle culture che li custodiscono. A cura delle associazioni Sri Lanka, Mabuhay, Ika Union, Bulgari di Romagna e scuola Rayna Knyaghinya; alle 20.30 all’ Almagià In-con-tra / Elogio dei confini. Coreografie, musica e parole per richiamare insieme, in un un’unica mise-en-espace, le diverse forme rituali con cui gli abitanti del pianeta celebrano l’unione tra due persone. A cura della Casa delle Culture con la collaborazione di tutte le associazioni partecipanti al Festival delle Culture. Composizione teatrale e coordinamento coreografico a cura di Alessandro Conte e Carla Rizzu; alle 20.40 all’ Almagià Abalualu, uno spettacolo incentrato sul matrimonio interculturale in cui appare un’esibizione di ballot cultural e masquerade nigeriani. A cura di Afesan Community; alle 21 sul tema “Immigrazione zero: società”,interverranno Gianumberto Accinelli (etnomologo e scrittore), Stefano Allievi (professore di sociologia all’Università di Padova), modera Pietro Del Soldà; alle 22 all’ Almagià Banda della Darsena, short concert. Creata quattro anni fa col sogno di mettere insieme le tante culture musicali che convivono a Ravenna e oggi guidata da Thiam Baye Fara; la banda multietnica della città farà un breve concerto spaziando fra diversi generi; alle 22.30 all’ Almagià  Master Chef Il terzo mondoPremiazione dei tre piatti più graditi del Festival 2019. Con interventi canori di Matilde Zanelli e Tchameni Samantha.

Alle 23 all’Almagià Bko Quintet in concerto. Un biglietto di sola andata per il Mali? Bko Quintet è il codice dell’aeroporto per Bamako! Sebbene ancorati alle tradizioni secolari, la musica di Bko quintet  trasporta nel cuore del Mali urbano odierno e alle profondità rituali e mistiche dei cacciatori animisti.

 

I COMMENTI DEI LETTORI