Il terremoto dei terremoti si è verificato anche a San Piero in Bagno e Bagno di Romagna. Accadde il 10 novembre del 1918 con una potenza devastante: 5.8 gradi nella scala Mercalli, un’intensità che fortunatamente in quella zona non si è più verificata ma che il secolo scorso distrusse case, squarciò strade e provocò la morte di 16 persone. La scossa fu talmente forte da provocare anche ingenti danni a Santa Sofia.

La gente del posto non vuole dimenticare e il comune nemmeno, ed ecco perchè ha organizzato per sabato pomeriggio una serie di eventi. Un giorno di festa per ricordarne uno di lutto e di paura ma che ha unito un’intera comunità.

Ecco il programma completo di eventi.

Apertura con il
– Saluto del sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini

– Brani musicali eseguiti dalla Banda “Santa Cecilia”
– Lettura di testimonianze con Milena Crociani
– Intervento di Marco Musmeci

(Soprintendenza archeologica Belle Arti e paesaggio di Ravenna)
– Presentazione e visita alla mostra foto-documentaria
curata dall’associazione Il Faro di Corzano

 

Foto presa da RomagnaUno