Il Napoli nell’anticipo dell’11°giornata rifila una manita all’Empoli. Un 5-1 insindacabile per gioco e punteggio. Nonostante ciò Ancelotti si è dichiarato arrabbiato con la squadra messa, a suo dire in difficoltà dall’ottimo Empoli. Episodio questo che testimonia la mentalita da perfezionista del mister che crede fermamente di poter essere competitivo in tutti i fronti.
E con un attacco del genere tutto è possibile. Mertens è tornato il bomber implacabile delle scorse stagioni e ha ripreso a segnare gol meravigliosi come quello del 3-1 di ieri sera.
Insigne non smette più di segnare e la coppia d’attacco è forse una delle piu forti d’Europa.
Senza contare il contributo dei giocatori subentranti che però con Ancelotti non si chiamano più riserve.

Oggi si giocheranno 3 partite.
Alle 15 in campo Inter-Genoa. I nerazzurri adotteranno un turnover ragionato in vista della Champions. Ecco il perché Spalletti concederà almeno inizialmente, un turno di riposo a capitan Icardi al posto del quale dovrebbe giocare Lautaro Martinez supportato da Perisic Candreva e si Joao Mario, colui che era finito nel dimenticatoio fino a due partie fa e che ora è stato rispolverato da Spalletti.
Sponda Genoa, Juric é già a rischio e un’altra sconfitta potrebbe gia significare esonero e quindi probabile richiamo di Ballardini.

Alle 18.00 saranno Fiorentina-Roma a contendersi i 3 punti. Per la Roma vale lo stesso discorso fatto per le altre impegnate in coppa. Di Francesco si è lamentato per i troppi punti persi in campionato e vuole più cattiveria e concentrazione. In campo potrebbe spiaccare il nome di Zaniolo che il tecnico giallorosso vorrebbe rispolverare dal primo minuto.
Pioli invece si affiderà al tridente Chiesa Simeone e Pjaca. Attacco forte ma che non ha espresso a pieno tutto il suo potenziale. A centrocampo gara dell’ex per Gerson.

Stasera alle 20.30 la Juventus ospita il Cagliari e il suo attaccante più prolifico d’Europa nei colpi di testa, Pavoletti a cui i bianconeri dovranno prestare attenzione.
Allegri costretto a rinunciare a Bernardeschi e con Mandzukic non al meglio, rilancia Dybala e Douglas Costa dal primo minuto.
In porta ancora Szczesny, mentre possibile turno di riposo per Alex Sandro con De Sciglio pronto a dire la sua dal primo minuto.

Nel lunch match domani la Lazio ospita la Spal. Nei biancocelesti i dubbi riguardano soprattutto il reparto avanzato. Da capire infatti chi affiancherà Immobile. Per ora in vantaggio lievissimo c’è Correa sia su Caicedo che su Luis Alberto che sembra ormai diventato un peso.

Macigno sembra diventato per il Chievo anche il termine vittoria sempre piu anelata e unica squadra a non aver conquistato i 3 punti in questo torneo. In casa contro il Sassuolo quindi la squadra di Ventura cerca punti importanti.

Interessante la sfida anche tra Parma e Frosinone con i padroni di casa che vogliono tornare alla vittoria e i ciociari che dopo il grande successo contro la Spal non vogliono interrompere il filo con i 3 punti e ora ha la consapevolezza di potersi giocare le sue carte.

Sfida interessante si preannuncia anche quella tra Sampdoria e Torino. La Samp ha assenze importanti come Murru e Defrel non al meglio. Il Toro vuole e deve assolutamente ritrovare Belotti per vincere e superare in classifica i blucerchiati distanti solo un punto.

Alle 18 di domani in campo Bologna-Atalanta con la squadra di Gasperini che cerca di ritrovare il suo attacco dopo aver ripreso a vincere le ultime due partite consecutive.

Positicipo delle 20.30 Udinese-Milan con la squadra di Gattuso in zona Champions che non intende abbandonare. Il tecnico ha trovato al momento la quadratura del cerchio e cercherà di far tornare Chalanoglu e Higuain nelle migliori condizioni per tornare a segnare.

Christian Daghio, una vita dedicata alla boxe
Quando lo sport va oltre i soldi e diventa ragione di vita, status sociale, passione estrema che trascende tutto il resto.
Questa era la boxe per Christian Daghio, leggenda italiana in questa discplina. L’ atleta è morto ieri in un combattimento in Thailandia per difendere il suo titolo. Lo scontro è stato violento ma regolare e dopo 12 riprese il fighter è crollato morendo in coma in ospedale per i traumi ricevuti.
Suo fratello ad un noto quotidiano italiano ha dichiarato che Christian e’ morto proprio come voleva, sul ring da vero e proprio combattente. E come tale si era trasferito in Thailandia la terra madre della boxe, dove fu l’unico italiano ad essere ammesso riuscendo a che ad aprire un scua di combattimento.

Gp Sepang Malesia
Domani in pista la motogp con il Gp di Malesia pista nella quale Marquez da sempre il meglio come dimostra anche il tempi record ottenuto in qualifica con piu di 7 decimi di vantaggio dal secondo Zarco. 3 Rossi poi Iannone e Dovizioso. Lorenzo non molla e nonostante la spalla dolorante continua a correre. Sarà solo la voglia di testare la moto per il settaggio della prossima stagione o c’è anche altro dietro??…