Finale mondiale pallavolo femminile. Italia vinci per noi

L’appuntamento con la storia è a un passo. Oggi alle 12.30 l’italvolley femminile si gioca il mondiale in finale contro la Serbia. Proprio l’avversario che si voleva evitare l’unico finora ad aver battuto le azzurre anche se in una gara non influente. E adesso di nuovo faccia a faccia per un titolo che manca da più di 15 anni e che le azzurre vogliono fortemente. La squadra più forte contro quella che finora ha esaltato di più una nazione, la nostra che a livello di trofei ha un forte bisogno di vincere qualcosa.
Le ragazze sono cariche e pronte a compiere quest ultimo decisivo passo.
La partita sarà visibile su Raidue a partire dalle 12.30

Serie A: il derby di Milano 

Non solo pallavolo in questo copioso weekend sportivo. Torna anche la Serie A e lo fa col botto con uno dei match più attesi dell’anno, il derby di Milano.

La partita per la supremazia cittadina. Chi vince vola, chi perde affonda o quasi. L’Inter parte da favorita, classifica alla mano. Gioca bene e sta attraversando un ottimo momento di forma. C è però una settimana importantissima per i nerazzurri e il pericolo che la testa dei calciatori possa andare al big match di Champions contro il Barcellona, è concreto anche se Spalletti non fa calcoli.
E allora spazio ai titolari con il recupero di Vrsaliko, Perisic che avrà un ruolo decisivo e naturalmente capitan Icardi in attacco.
Dall’altra parte un buon Milan consapevole di avere una squadra che può puntare in alto. Higuain si è già preso il gruppo con parole e giocate da vero leader e ha già punito proprio i nerazzurri nel recente passato con un’ altra maglia addosso. Suso e Chalanoglu avranno il compito di servirgli i palloni giusti.

Ma si parte da oggi pomeriggio alle 15 quando la prima a scendere in campo sarà la Roma che ospita la Spal.
Di Francesco non vuole certo interrompere la striscia positiva inanellata prima della sosta. Ma come per l’Inter la Champions incombe e l’avversario odierno potrebbe permettere a molti di tirare il fiato. Sarà la volta di Schick dal primo minuto? Pastore giocherà o verrà risparmiato? Tutte domande a cui si avrà risposta oggi. La Spal dal suo canto deve ritrovare solidità e brillantezza mostrata a inizio stagione, ma l’avversario di oggi non è proprio il più adatto allo scopo.

Alle 18 in campo Juventus e Genoa con la sfida tra Ronaldo e Piatek e con il ritorno di Juric in panchina del Grifone. Allegri rinuncerà a Chiellini e dovrebbe quindi dare la fascia di capitano a Mandzukic titolare insieme a Bernardeschi in vantaggio su Dybala e sul rientrante Douglas Costa, che ha finito di scontare la squalifica.

Stasera Udinese-Napoli con i partenopei che rinuncieranno ad Insigne nemmeno convocato per acciacchi muscolari. Spazio dunque a Callejon Mertens Milik nel tridente di una partita che vede diversi ex in campo. Ancelotti tra i pali darà spazio a Karnesis ex friulano così come Allan perno irrinunciabile in mezzo al campo.
Il lunch match di domani, Frosinone-Empoli é importantissimo per la zona salvezza. I toscani non brillano più mentre i ciociari attendono ancora la prima vittoria in campionato e si affidano a Ciano per inseguirla.

Nel pomeriggio di domani in campo Bologna-Torino con gli ospiti che potrebbero attuare un po’ di turnover.
Chievo-Atalanta è invece la gara tra due squadre in crisi che devono risollevarsi. Ma non solo. È la sfida tra due allenatori, Ventura e Gasperini, che non si amano e hanno un conto aperto.
Difficile la gara per il Parma che al Tardini ospita una Lazio ferita dall’Europa ma che in campionato ha ripreso a marciare. Rientro importante per i padroni di casa quello di Gervinho, mentre Simone Inzaghi potrebbe lanciare Correa dal primo minuto a scapito di Luis Alberto.

Alle 18 Fiorentina-Cagliari, gara tutto tranne se scontata anche se gli isolani in trasferta sono nettamente meno performanti di quando giocano in casa. La viola può contare sul grande momento di forma di Chiesa, ma deve ritrovare un Simeone al momento molto appannato in zona rete.
Detto del derby che si giocherà domani alle 20.30, il posticipo del monday night è quello tra Sassuolo e Sampdoria, gara sulla carta aperta ed equlibrata. Il Sassuolo rilancia Berardi mentre la Samp recupera Saponara che comunque dovrebbe partire in panchina con Caprari e Ramirez in ballottaggio per aiutare Quagliarella e Defrel, il grande ex.

Formula 1 in pista
Il gp di Austin, negli Stati Uniti, già promette male.. Le prove libere hanno evidenziato il solito dominio Mercedes con Hamilton davanti in entrambe le sessioni e velocissimo in tutte e due. Vettel ha commesso l’ennesimo errore che lo costringerà a partire con 3 posizioni di penalizzazione. Calcolando oltre a questo che anche le RedBull sono performanti, il weekend per la Ferrari si preannuncia molto complicato anche se i giochi mondiali sembrano già chiusi.

Motogp, vai Dovi puoi riaprire il mondiale
In Giappone, tappa odierna del motomondiale Dovizioso ha la possibilità di accorciare la classifica. Marquez lo sa e ha già detto che il pilota forlivese è un avversario temibile. Si perché questa pista piace al pilota italiano che corre forte in questo circuito. L’uomo da battere resta comunque lo spagnolo che può anche concedersi il lusso di una gara conservativa. La pole ha confermato tali ipotesi con Dovi che partirà davanti a tutti e con il suo diretto rivale solo sesto. Nono Valentino Rossi.