Stasera a Napoli e Inter il compito di bissare con avversari tosti

La Juventus è riuscita per la seconda volta nella sua storia a vincere all’Old Trafford contro il Manchester United. La prestazione bianconera è stata di altissimo livello e gli uomini di Mourinho non sono riusciti a produrre più di qualche sfuriata, comunque ben contenuta dalla difesa campione d’Italia. Ecco perchè lo 0-1 con ennesima rete di Dybala, sempre più euro-protagonista sta stretto alla Juve che ne avrebbe potuti segnare altri tre di gol. Mourinho ha riconosciuto la superiorità bianconera indicandola come vera e propria favorita per conquistare il Triplete. Tutto l’ambiente bianconero si augura che queste parole siano realtà e non la più colossale delle gufate e intanto a Torino si godono il primato in solitaria del girone.

Primato come quello della Roma ieri sera semplicemente devastante. Il Cska Mosca è riuscito a resistere solo mezzora crollando poi sotto i colpi di Dzeko( doppietta) e Under che ha sigillato la gara sul tre a zero. Quello che ha colpito i tifosi è la netta supremazia che i giallorossi hanno mostrato ieri, nonostante un pre-gara, un pò “agitato” da parte dell’ambiente circostante. La domanda, che si è posto anche Di Francesco è perchè la sua squadra abbia alcuni momenti o partite di totale blackout come avvenuto con la Spal e altre in cui domina l’avversario.
Il passo falso di domenica è stato comunque prepotentemente accantonato e primato del girone conquistato come si diceva, a quota 6 punti gli stessi del Real che però è dietro per differenza reti. L’Euro-Roma continua dunque a stupire.

Stasera mancano le altre due italiane per completare un quadro si spera positivo, anche se gli avversari da affrontare sono di ben altro spessore.

Vita dura per l‘Inter che dopo tanti anni torna al Camp Nou, ospite del Barcellona. Una partita affascinante, ricca di spunti e dal difficile pronostico. Ci si gioca il primato del girone e, discorso valido sopratutto per la squadra di Spalletti, una buona dose di credibilità europea.
Nell’ambente ci credono in tanti, visto che agli spagnoli mancherà lo spauracchio Messi, out per infortunio, così come Nainggolan per l’Inter. La sfida presenta tanti duelli interessanti, tra cui quello tra due ex scaricati e poi rimpianti: Icardi e Coutihno.
Il primo, ora è la bandiera nerazzurra, l’arma migliore di Spalletti, il capitano che con i suoi gol sta scrivendo un pezzo importante di storia del Biscione, nonostante sia cresciuto nella cantera catalana e poi svenduto perchè ritenuto non adatto al tipo di gioco del Barcellona. Il secondo, Coutinho, incarna forse, quella che è stata la cessione più errata nella storia del club di Milano. Quando arrivò all’Inter infatti era ancora molto giovane e nonostante questo aveva fatto intravedere quale fosse il suo livello. Ma troppo a intermittenza e non si era riguadagnato la riconferma, il che è ironico dato che il Barcellona lo ha pagato a peso d’oro al Liverpool dopo le prodezze mostrate in Inghilterra. Loro solo due dei protagonisti di una sfida dai grandi nomi e dall’esito che pende pro Barcellona ma potrebbe davvero riservare sorprese.

E poi il Napoli costretto, suo malgrado,  sgomitare in un girone di ferro nel quale però si sta comportando più che degnamente.  Anzi è inaspettatamente primo nel girone, dopo aver battuto i vice campioni d’Europa del Liverpool e stasera dovrà vedersela contro un altro avversario di livello elevatissimo, il PSG.

I parigini che stanno stra dominando in campionato, devono vincere per forza, altrimenti la loro classifica si complicherebbe notevolmente. Per farlo si affidano al loro tris d’assi davanti, Mbappè, Neymar e Cavani. Proprio quest’ultimo un grande ex un giocatore che ha scritto la storia in maglia azzurra e che nessuno ha mai dimenticato. Di fronte l’idolo odierno della tifoseria partenopea, Lorenzo Insigne pronto insieme a Milik a creare grattacapi a Buffon e compagni. Ancelotti ha dimostrato di essere ancora un top coach e se il suo Napoli giocherà come contro il Liverpool, allora anche questa sfida dal pronostico pro parigini, potrebbe riservare un’altra bellissima sorpresa.