Domenica d’arte a Palazzo Romagnoli

Uno scultore monumentale - Presentazione del libro TULLO GOLFARELLI (1852-1928).

Domenica 2 dicembre 2018, ultimo giorno di apertura al pubblico della mostra Tullo Golfarelli scultore a Forlì e le terrecotte della Raccolta Piancastelli allestita nella sala delle esposizioni temporanee in Palazzo Romagnoli, via Albicini n. 12 a Forlì, si terrà la presentazione del libro Tullo Golfarelli (1852-1928) edito da Edizioni Minerva di Bologna.
Il volume, che riepiloga la vita e l’attività del celebre scultore cesenate d’origine e bolognese d’adozione sarà presentato da Roberto Mugavero di Edizioni Minerva, Roberto Martorelli del Museo Civico del Risorgimento di Bologna e Silvia Bartoli, coautrice del volume, che si soffermerà in particolare sulle opere golfarelliane presenti a Forlì.
Interverranno inoltre Elisa Giovannetti, Assessora alla Cultura del Comune di Forlì e Orlando Piraccini, curatore della mostra di Palazzo Romagnoli che illustrerà i monumenti dell’artista nel panorama della scultura celebrativa in Romagna tra otto e novecento.
L’incontro, che si terrà nel salone alle ore 16,00, sarà l’occasione per visitare la mostra ad ingresso gratuito nell’ultimo giorno di apertura, alla presenza dei curatori.
Tullo Golfarelli: nato a Cesena nel 1852, Tullo Golfarelli è considerato tra i maggiori scultori italiani, esponente del gusto eclettico, dal verismo al liberty, che ha caratterizzato il passaggio dall’ 800 al nuovo secolo. Amico di Carducci e di Pascoli, è stato autore di opere monumentali e celebrative in diverse città italiane. Particolarmente celebri i suoi complessi funerari presenti nel cimitero urbano di Cesena e nella Certosa di Bologna, città nella quale lo scultore si è stabilito fin dai primi del ‘900, e dove è scomparso nel 1928.
Per informazioni Servizio Cultura e Turismo Unità Musei, telefono 0543 712627 – 712633.