Grazie al progetto “Cambiamo Marcia” il Comune di Cesena è stato riconosciuto come il Comune d’Italia più virtuoso sul tema della mobilità sostenibile, e per questo ha conquistato il primo premio nella seconda edizione del “Urban Award”, promosso dall’Anci, Associazione Nazionale Comuni italiani.

La cerimonia di consegna si è svolta mercoledì 24 ottobre  a Rimini, nell’ambito dell’assemblea nazionale di Anci. Sul palco a premiare l’Ambassador dell’Urban Award Matteo Marzotto, Il Presidente di Anci Antonio De Caro, il Presidente della Fondazione Iseni Y Nervi Fabrizio Iseni e l’ideatrice del premio Ludovica Casellati, direttrice di Viagginbici.com. Per Cesena il premio è stato ritirato dal Sindaco Paolo Lucchi.

“E’ quasi superfluo – dichiarano il Sindaco insieme all’Assessora Francesca Lucchi – affermare che i riconoscimenti fanno sempre piacere. Ma a questo attribuiamo un significato particolare, perché premia l’impegno del Comune di Cesena per favorire una nuova cultura della mobilità, in cui l’auto privata non sia l’unica, ingombrante protagonista. Da anni lavoriamo in questa direzione a tutela dell’aria che respiriamo, della qualità della nostra città, del nostro benessere psicofisico. Conquistare questo premio significa che è stata riconosciuta la validità delle nostre iniziative e desideriamo condividerlo idealmente con tutti quelli che hanno collaborato per la sua realizzazione: primi fra tutti, i settori Tutela dell’Ambiente e del Territorio e Infrastrutture e Mobilità del Comune, con dirigenti Paolo Carini e Natalino Borghetti, il responsabile del servizio Progetti Integrati Comunali, Nazionali ed Europei Roberto Zoffoli. Un ringraziamento particolare va riconosciuto alla cesenate esperta in marketing turistico e public relation Silvia Livoni Colombo la quale, per semplice amore della sua e nostra città, per prima ci ha suggerito di partecipare all’Urban Award. A tutti il nostro ringraziamento più caloroso”.

 

L’Urban Award ha l’obiettivo di far conoscere le soluzioni che i Comuni stanno programmando o realizzando per consentire ai cittadini e ai turisti di incrementare l’utilizzo di biciclette e trasporti integrati per i propri spostamenti. Il tutto per favorire la mobilità sostenibile in grado di diminuire l’impatto ambientale generato dai veicoli privati.

La giuria del premio si è riunita all’inizio di ottobre, nella sede nazionale ANCI di Roma, valutando e selezionando le progettualità più interessanti e innovative riguardanti la mobilità sostenibile dei Comuni italiani. La giuria era composta da rappresentanti delle Istituzioni, opinion leader, associazioni, giornalisti del settore turistico e della bicicletta: Ludovica Casellati (Presidente giuria), direttore responsabile di Viagginbici.com il magazine di turismo sostenibile e ideatrice del Premio; Massimo Cirri, autore Caterpillar Radio 2; Maria Rita Grieco, caporedattore TG2; Francesco Giorgino, giornalista TG1 e docente Luiss; Massimo Poggio, attore; Paolo Liguori, direttore Tgcom24; Renato Di Rocco, presidente Federazione Ciclistica italiana; Gianluca Santilli, presidente Osservatorio Bikeconomy; Giancarlo Feliziani, caporedattore Tg La7; Fabrizio Iseni, presidente Fondazione Iseni Y Nervi e Editore Malpensa24; Stefano La Porta, presidente Ispra; Antonella Galdi, Anci; Francesco Condoluci, caporedattore Economy; Monica Sala, giornalista conduttrice RadioMonteCarlo; Guido Rubino, Cyclinside.

Cesena, che ha gareggiato con il progetto “Cambiamo marcia”, ha conquistato il gradino più alto del podio, davanti a Padova, classificata al secondo posto con il progetto della Bicipolitana patavina, e Napoli, terza con il progetto, denominato “Azione integrata a sostegno della mobilità ciclabile per gli spostamenti casa-scuola”; menzione speciale per la “Cicletteria” di Parma.

Alla giuria è piaciuto particolarmente il progetto proposto da Cesena per la sua articolazione complessiva, che guarda alla mobilità sostenibile in modo integrato, prevedendo di spostarsi con il trasporto pubblico, in bicicletta e a piedi, realizzando progetti educativo-culturali e coinvolgendo i più piccoli, gli anziani, i portatori di handicap e le famiglie, e partecipando al progetto regionale “Percorsi sicuri casa-scuola”.

In particolare, il progetto “Cambiamo marcia” si è guadagnato un voto pressochè unanime  per la completezza e la ricchezza delle progettualità in campo. A pesare nella valutazione, poi, è stato il riconoscimento di un rimborso chilometrico di 25 cent a chi va al lavoro in bicicletta.

La vittoria di Cesena ha già ottenuto grande attenzione sui media, grazie ai servizi realizzati dalle testate coinvolte nella giuria (fra cui Tg2 con la rubrica “Sì viaggiare”, Caterpillar, il servizio News di Mediaset, Radio Capital). Ma la visibilità mediatica è destinata ad aumentare: infatti, verrà organizzato un viaggio – stampa che porterà a Cesena, come  Comune primo classificato, dieci giornalisti italiani, per consentire un’ampia promozione del progetto di mobilità sostenibile premiato.