Advertisement

A Cesenatico stasera arriva il Ferrara Buskers Festival

Atmosfera carica per la tappa del Festival a Cesenatico.

- Advertisement -

Stasera, per la prima volta, Cesenatico accoglierà una tappa della 32°edizione del Ferrara Buskers Festival.

Si tratta di musicisti che stanno facendo ballare tutta Italia con il loro tour.

I 20 gruppi di Musicisti Invitati, protagonisti della manifestazione dedicata alla musica di strada più grande del mondo e quest’anno dedicata a Copenaghen, si esibiranno lungo Viale Carducci, colorando di magia e di suoni la città dal porto canale leonardesco.

In scena, buskers provenienti dai 5 continenti, pronti a stupire il pubblico con melodie e brani nuovi e conosciuti, contaminazioni sonore, strumenti insoliti, espressioni musicali di disparate località del pianeta.

Alcuni gruppi arrivano dall’esperienza dei talent, come il duo Daiana Lou e il cantautore di origini argentine Gastón, che hanno abbandonato i riflettori televisivi per scegliere l’autenticità del pubblico incontrato per strada. Altri, sono buskers storici, con una lunga esperienza da musicisti di strada e noti al pubblico del Ferrara Buskers Festival®, come Peter Jones, che ha scritto più di 250 canzoni originali, il quale giunge da Copenaghen e si esibisce con Joey G & The Whizz Kids, con un mix di pezzi che vanno dal folk al rock acustico, contaminandosi di blues, e Petr Gros, busker da circa 30 anni il quale si presenta con i Broken Moonshine, in un vortice di canzoni country, punk, rock and roll ed un mix di altri stili. Ci sono anche i Kallidad, i 3 musicisti australiani che hanno stretto un forte legame con gli spettatori del Ferrara Buskers Festival®, a ritmo di Mexican Mariachi Metal, mix di flamenco, rock e musica tribale unico nel suo genere. Dall’Australia hanno viaggiato anche Tim Scanlan, il quale riesce a destreggiarsi con 7 strumenti musicali contemporaneamente, in una miscela di blues, jazz, bluegrass, folk, roots music, reggae e melodie giapponesi, e il musicista Ziggy McNeill, che suona la chitarra in fingerstyle con creatività da maestro e con un pedale loop. Si potranno ascoltare poi i ritmi africani dei Koradan e del gruppo Silaba Band, le influenze argentine di La Orquesta Informal, il tango contemporaneo contaminato di motivi orientali e opere di Mozart della band Primo Tempo e tanti altri.

Questi sono infatti solo alcuni dei 20 gruppi di Musicisti Invitati che si esibiranno “a cappello” – dunque senza cachet, grazie ai compensi e all’interazione del pubblico, come è tipico della musica di strada – a Cesenatico.

I COMMENTI DEI LETTORI